DIARY

Analisi dati dell’incidente

Posted by on Ago 14, 2014 in MY DIARY | 1 comment

Analisi dati  dell’incidente

DINAMICA DELL’INCIDENTE Analizzando  le immagini del filmato e soprattutto i danni provocati alla bici sono riuscito a farmi una idea chiara dell’incidente  e soprattutto come e dove mi sono rotto la gamba. Rivedendo più volte il filmato é emerso che il punto di impatto é stato il muricciolo di supporto della ringhiera (vedi foto qui sotto).   La conducente del veicolo proseguendo nella sua manovra di svolta a destra tagliandomi la strada mi ha costretto a cercare di svoltare anch’io  a destra ma non avendo spazio non ho potuto evitare di urtare il muricciolo e li mi sono arrestato . Nell’urto si é storto il telaio  e la forcella anteriore, ho rotto lo specchietto retrovisore montato sul terminale di destra del  manubrio , ho urtato il manbrio  lesionandolo , ho deformato la ruota dentata  52 denti e la ruota dentata 42 denti della guarnitura, ho danneggiato il deragliatore anteriore ed il  deragliatore posteriore . Osservando  l’ammaccatura e conseguente deformazione del tubo orizzontale del telaio ho capito che: urtato il muricciolo sono stato disarcionato dalla bici cadendo al suolo dal lato sinistro della bici. Nel cadere mi sono trovato la gamba destra (quella rotta) incastrata tra il telaio e la ringhiera montata sul muricciolo (vedi foto sopra) costringendo tibia e perone a spezzarsi. La deformazione del tubo orizzontale del telaio  rappresenta il punto esatto dove tibia e perone si sono appoggiati fino a spezzarsi.   ANALISI DATI BIKECOMPUTER Analizzando i dati estrapolati dal bike computer ho notato che la frequenza cardiaca é passata  da 155 bpm (frequenza registrata appena prima dell’impatto ) a 97 bpm abbassamento avvenuto in appena 36 secondi dal momento dell’impatto. Normalmente al termine di una sessione di allenamento mi occorrono  90 – 120 secondi per ridurre il battito ad una frequenza di 110 bpm.   Il bike computer mostra inoltre l’esatta velocità tenuta fino al momento dell’incidente che era di 39,1 Kmh. Tenuto presente che l’accoppiamento uomo – mezzo aveva un peso di 118Kg si può tranquillamente dichiarare che, applicando la formula del calcolo dell’energia cinetica, al momento dell’impatto avevo incamerato 6970 Joule di energia che equivalgono a circa 700 Kg.     Follow...

read more

la mia spider dopo l’incidente

Posted by on Ago 9, 2014 in MY DIARY | 0 comments

la mia spider dopo l’incidente

Finalmente sono tornato in possesso della mia spider e dopo una attenta analisi di tutti i danni riportati nell’incidente sono giunto alla conclusione che la mia fedele spider, compagna di tanti  viaggi ed avventure ha raggiunto il punto di non ritorno. Il danno più grave é la lesione del tubo orizzontale che determina l’imbarcamento del telaio. Nella foto si evidenzia lo schiacciamento che non credo si possa più riparare.     altro danno evidenziato in questa foto é la deformazione della forcella anteriore   Per quanto riguarda tutti gli altri danni riparabili semplicemente provvedendo alla sostituzione del pezzo danneggiato possiamo cominciare con il manubrio che: oltre a presentare l’abrasione della copertura presenta un sensibile ammaccamento  sulla parte   Sempre sul manubrio si nota anche la rottura della staffa di supporto del braccio quando si impugniano le aerobar   Altra zona fortemente danneggiata é la guarnitura;  che é la parte che ha assorbito la massima parte dell’impatto. Dalle foto si nota la deformazione della ruota dentata 52 denti e la ruota dentata 42 denti. Si nota inoltre anche il cedimento e la scomparsa del quinto bullone rosso che é stato espulso durante l’impatto     Ulteriore parte danneggiata é il deragliatore anteriore che non permette più il corretto cambio di ruota dentata della guarnitura       Follow @RIALBIKE...

read more

INCIDENTE STRADALE

Posted by on Ago 1, 2014 in MY DIARY | 0 comments

INCIDENTE STRADALE

Le immagini che vedrete nel video qui sotto mostrano l’incidente che mi é occorso durante la mia abituale sessione di allenamento. Più esattamente domenica stavo allenandomi sulla velocità e l’impatto é avvenuto a circa 38 / 40 km/h. La camera l’avevo installata perché mi servivano delle riprese soggettive per il mio promo. Stabilito che la gentile signora che ha causato l’incidente nei primi 3 – 4 minuti ha cercato di dare la colpa a me  anziché quantomeno informarsi sul mio stato di salute (ero a terra con la gamba incastrata nel telaio)  sono grato alla action camera montata sul manubrio ché , come avete potuto vedere, ha filmato l’intera sequenza dell’incidente. La polizia si é subito scaricato i file con il mio consenso.         Ritengo che al di la di poter filmare le proprie imprese ciclistiche credo che sarebbe utile a tutti che i ciclisti  avessero con se una action camera attiva da adoperare alla stregua della scatola nera degli aeroplani  di linea  in modo che i furbi disonesti abbiano vita corta con le loro bugie.   Follow @RIALBIKE...

read more

Inertial Bottom Bracket IBB55 promo

Posted by on Lug 24, 2014 in MY DIARY | 0 comments

Inertial Bottom Bracket IBB55 promo

  Ed ecco il mio primo promo su strada realizzato al termine dei 3000km di collaudi di quest’anno.   [twitter-button]

read more

il mio matrimonio

Posted by on Mag 14, 2014 in MY DIARY | 0 comments

il mio  matrimonio

So che un matrimonio non é proprio attinente a questa pagina ma volevo condividere la nostra gioia con tutti voi.  ...

read more

San Leo (Rimini) 2013

Posted by on Ago 23, 2013 in MY DIARY, PERCORSI | 0 comments

San Leo (Rimini) 2013

Seconda e, purtroppo ultima uscita riminese. Sveglia alle 05:30 e partenza alle ore 06:00 direzione San Leo (Rimini). La temperatura é di 18° ed il percorso che mi aspetta é un percorso di 67 Km complessivi. Come per San Marino anche San Leo é raggiungibile da diversi percorsi quello che ho scelto é quello che parte dalla frazione Pietracuta. Dall’albergo dove sto soggiornando a Rimini  alla frazione Pietracuta ho dovuto percorrere circa 21 km di falso piano (la SP258 Marechiese) portandomi a circa 156 mt sul livello del mare dove, seguita la segnalazione ed abbandonata la marechiese, ho cominciato  la salita verso San Leo .   I primi 4 chilometri, e più precisamente fino al bivio per San Marino risultano praticamente pianeggianti. Da qui si inizia a salire, anche se le pendenza sono ancora limitate, dal km 5 ci si porta al 7-8% percorrendo un primo ampio tornante a cui ne fanno seguito altri tre, per giungere poco dopo il km 6 alla frazione Collina. Si superano altri due tornanti, sempre con raggio molto ampio, mantenendo pendenze sempre più che accettabili. Al Km 6,5 piccola area pic nic ai margini della strada, munita di fontana. Si prosegue con pendenze semre quasi costanti fini ai piedi della rupe di san Leo, che si raggiunge con un ultimo breve strappo finale.          ...

read more

SAN MARINO 2013

Posted by on Ago 20, 2013 in MY DIARY, PERCORSI | 0 comments

SAN MARINO 2013

Visto che il lavoro mi ha portato nuovamente a Rimini non poteva mancare l’uscita in bici a San Marino. Sveglia alle 5:00 (che fatica ;)).. ) e partenza alle 5:30. Il buio regna sovrano e sono costretto ad accendere il faro posteriore. La temperatura é di 24°.Mentre il  garmin aggancia i satelliti  indosso i guanti ed il casco e viaaaaa partenza. Per arrivare a San Marino mi aspettano 11km di falso piano e 10 km di ascesa con una pendenza media de 7-8%   Dopo un’ora e 47 minuti arrivavo in cima davanti ad una porta di ingresso di San Marino ad una quota di 632 mt con la mia spider attrezzata del IBB25x. Dopo una breve pausa per il meritato caffè del mattino riparto per affrontare i nove kilometri di discesa, una discesa facile ma lunga con punte di 60 km/h         E questi sono i dati relativi al giro Rimini San Marino Rimini       [twitter-button]...

read more

IBB 25x COMING SOON

Posted by on Lug 21, 2013 in MY DIARY | 0 comments

IBB 25x COMING SOON

  Per festeggiare il termine della prima fase di test e collaudi mi sono preso la libertà di girare questo piccolo video. In realtà le immagini girate avevano lo scopo di poter studiare la mia postura, il movimento dei piedi e soprattutto eventuali anomalie del prototipo. però dopo averle esaminate non ho potuto trattenermi dal farne un montaggino… distorsione professionale..;)))) Dalle immagini ho potuto comunque capire quali migliorire devo apportare prima di poterlo offrire sul mercato.  PER VEDERE IL VIDEO CON ANDROID OCCORRE   LA APP DI VIMEO PER ANDROID     [twitter-button]...

read more

IBB 25x ancora una conferma

Posted by on Lug 11, 2013 in MY DIARY | 0 comments

IBB 25x ancora una conferma

Giusto per non farmi mancare nulla ieri sera ho rimontato il prototipo ed ho fatto ancora un test sull’ora sui rulli e come previsto dai 39 km sono tornato ai 51,(per la precisione 50,640). A questo punto anche i più scettici dovrebbero cominciare a domandarsi com’é possibile questa grande fluttuazione di prestazione. Ancora una volta pubblico i grafici di frequenza cardiaca, cadenza e velocità dai quali si può notare la grande differenza di prestazione tra i due test.         Naturalmente i dati mostrano una prestazione effettuata sui rulli quindi scevra delle variabili ambientali che sicuramente potranno influire sul dato quantitativo ma non sul dato percentuale. Quando farò il test in pista non mi aspetto sicuramente di percorrere 51km (sarebbe già record dell’ora) ma mi aspetto i miei 32 km effettuati l’anno scorso  ma  il 23%  in più che saranno  i 39 km. al quale naturalmente potrà essere aggiunto qualche metro per il miglior allenamento che sto effettuando. Insomma alla luce di questi dati e con gli sviluppi del nuovo prototipo previsti per la versione 2 e 3 posso davvero cominciare a credere che dare la caccia   al record non sia più una follia…;)))  ...

read more

-25% UNO STUPENDO DECADIMENTO DELLA PRESTAZIONE

Posted by on Lug 10, 2013 in MY DIARY | 0 comments

-25% UNO STUPENDO DECADIMENTO DELLA PRESTAZIONE

No! Non sono impazzito. Non sono contento della perdita di prestazione in se ma per il fatto che questo evento é solo un’ulteriore conferma del prototipo. Ieri sera ho fatto un nuovo test sui rulli sull’ora con la bicicletta priva di prototipo. Il risultato é stato appunto una perdita di prestazione del 25%. Sono passato dai 51 km percorsi in un ora con il prototipo agli scarsi 39Km percorsi  di ieri sera. La cosa che più mi ha colpito  é stato il fatto che non sia riuscito a tirare il 52/11 e che mi sia dovuto attestare al 52/15 per mantenere una cadenza di 80 rpm scarsi. Il cuore continuava ad andare in allarme soglia e la velocità é scaduta passando dai 51 km/h agli scarsi 40Km/h.   Osservando il tracciato si nota come ieri sia  arrivato in allarme soglia dopo soli 20′ di test (tracciato blu). Una cosa interessante poi  risiede nel fatto che dopo aver recuperato ed essermi attestato subito sotto l’allarme soglia continuavo comunque a trovarmi in affanno respiratorio e sentivo le gambe pesanti come il piombo. Nel test dell’8 luglio invece pur avendo abbondantemente superato la soglia dei 160 bpm e sia arrivato ai 173 bpm non mi sono mai sentito in affanno. La cosa l’avevo già notata durante il secondo test in pista dell’anno scorso fatto con il magic power ONE.   Se osserviamo il traccaiato cadenza é evidente il decadimento della cadenza che a stento raggiunge le 80 rpm (tracciato blu) mentre in quello del 8 luglio é stato quasi sempre tra i 95 e i 100 rpm. In effetti non riuscivo a tenere gli aumenti di cadenza che a tratti tentavo.     Infine se osserviamo il tracciato delle velocità non si può fare a meno di notare l’abisso che esiste tra i due tracciati cosa dovuto al fatto che non sia riuscito appunto a tirare il 52/11 e che mi sia dovuto attestare sui 52/15 con conseguente riduzione dello sviluppo metrico e quindi riduzione di velocità. Sicuramente a questo clamoroso decadimento della prestazione deve aver anche contributito la diversa temperatura  ambiente che era di 24° contro i 21° del precedente test ma sono comunque convinto che il disastro sia dovuto principalmente all’assenza del prototipo. E adesso non mi rimane che rimontare il prototipo e continuare lo sviluppo per aumentarne il potenziale.  ...

read more